mercoledì 30 gennaio 2013

Petizione urgente: fermiamo l'avvelenamento delle api!

Silenziosamente, in tutto il mondo, miliardi di api stanno morendo, minacciando raccolti e risorse alimentari. Ma tra 24 ore l'Unione Europea potrebbe decidere di mettere al bando i pesticidi più tossici aprendo così la strada a uno stop globale che scongiurerebbe l'estinzione delle api. 
 Quattro paesi dell'UE hanno iniziato a mettere al bando questi veleni e alcune popolazioni di api stanno già iniziando a riprendersi. Alcuni giorni fa l'agenzia ufficiale che controlla la sicurezza alimentare ha affermato per la prima volta che alcuni pesticidi stanno colpendo irreparabilmente le api.
 Proprio in queste ore esperti di diritto e politici europei ne stanno chiedendo una messa al bando immediata. Ma la Bayer e altri giganti produttori di pesticidi stanno esercitando una forte pressione per mantenerli sul mercato.
 Se in queste ore riusciremo a scatenare uno sciame di indignazione pubblica, potremo spingere la Commissione Europea a mettere la nostra salute e il nostro ambiente prima del profitto di pochi. 
Sappiamo che la nostra voce conta! Lo scorso anno, una petizione firmata da oltre 1,2 milioni di persone ha imposto alle autorità statunitensi l'apertura di una consultazione pubblica e formale sui pesticidi: se ora raggiungeremo i 2 milioni, potremo convincere l'UE a sbarazzarsi di questi assurdi veleni, aprendo così la strada a una messa al bando globale. 
Firma la petizione urgente e condividila con tutti: Avaaz e alcuni dei più autorevoli europarlamentari consegneranno il nostro messaggio all'apertura di un incontro chiave che si svolgerà questa settimana a Bruxelles. 
 e diffondi, abbiamo poche ore, ma mentre sto postando la quota firme ha già superato i 2milioni, forza... ce la facciamo!!! 

Aggiornamento: 1 Febbraio 2013
Le nostre richieste sono state ascoltate! Dopo aver consegnato la petizione, la Commissione Europea ha raccomandato la sospensione di 3 veleni mortali! Ma alcuni paesi e multinazionali dei pesticidi potrebbero bloccare il provvedimento prima del voto finale. Facciamo crescere uno sciame di protesta per ottenere una messa al bando totale di questi pesticidi ammazza-api!

martedì 29 gennaio 2013

Altri amici di blog: Churrasco con Giallina e Johnny

Gli amici del blog fremono impazienti di farsi conoscere, ma un pò per volta ve li presenterò tutti, non spingete c'è posto! :-)
Martedì scorso vi presentai Freaks la gatta di Mary, invitandola però a farci conoscere anche i due pappagalli che vivono con lei e la gatta, incuriosita anche dalla convivenza felino/pennuti....e infatti (sue parole) "diciamo che quello blu va d'accordo con la micia, ma quello giallo ha un po' paura e fa bene! infatti la gattina sta sempre vicina alla gabbia e sembra che sarebbe interessata a papparselo... quello blu ce l'ho da più tempo e forse è per questo che sono più affiatati!!!
Hanno due anni e si chiamano Churrasco e Giallina".
Eccoli !
churrascoegiallina_zps8a35f879 photo churrascoegiallina_zps8a35f879.jpg
Mi ricordano tanto i pappagalli che tanti anni fa avevo anche io, era una coppia molto affiatata che fece anche tanti figliolini ! :-) Attenti alla gatta !

Visto che ho dedicato ancora spazio a Mary oggi voglio presentarvi anche un altro amico di blog, ovvero il gatto Johnny di Chiara che ha tanto da dire....pardon...miagolare e....wow che sguardo ! :-)

Johnny_zpsc4edee0f photo Johnny_zpsc4edee0f.jpg Ciao a tutti!
 Io sono Johnny, un micione nero di circa 5 anni. Mi hanno detto che non sono nato al gattile, avevo un padrone prima di esserci portato. Il mio vecchio padrone mi ci ha lasciato, insieme agli altri gatti che vivevano con me, perché il vicino ha tentato di ammazzarci. Lui ha preferito tentare di darci una vita migliore e così siamo stati portati a una trentina di km da casa, per essere ancora più sicuri. 
Credo di essere rimasto un po’ di tempo al gattile, dove mi hanno chiamato Romeo, e vivevo in un ex campo da tennis dentro all’aeronautica militare riadattato per tenere noi gatti. Non avevamo molti ripari e quando i miei nuovi padroni sono venuti a prendermi eravamo in mezzo alla neve. Sono arrivati in 3 una domenica mattina, non sapevano chi prendere, così io mi sono fatto avanti e sono andato in braccio al ragazzo.


lunedì 28 gennaio 2013

Torna a casa Charlie dopo un anno e mezzo

Oggi ho visto in TV questa notizia e, data la somiglianza con la mia Kim e il lieto finale, ve ne voglio fare partecipi.

Del cane, uno Yorkshire di sei anni, si erano perse le tracce il 19 luglio del 2011 nella zona dove abitava con la famiglia Sani, a Vicomoscano, frazione di Casalmaggiore (Cr).
Invano lo avevano cercato i suoi affezionati padroni, Claudio, la moglie Paola e il figlio Andrea. Dopo mesi di ricerche, al fianco della polizia e anche attraverso annunci sul giornale, avevano desistito.
 Ma il secondo giorno del nuovo anno Charlie è ricomparso.
 «È stata mia nipote a notarlo qua fuori e a chiamarmi — ha raccontato Claudio al quotidiano la Provincia – È arrivato in cortile, un po’ zoppicante. All’inizio non credevamo fosse lui». Anche perché il cane era rasato grossolanamente, ma in salute.
 È probabile che per tutto questo tempo Charlie sia stato tenuto chiuso in casa.
 Ma non appena chi l’aveva prelevato l’ha lasciato libero, il cane è tornato dalla sua famiglia.

foto e notizia prese da qui

domenica 27 gennaio 2013

Libri animalosi

Tantissimi sono i libri che hanno come protagonista un gatto o un cane; ogni tanto posterò al riguardo ed inizio oggi con tre libri che fanno parte della mia biblioteca: 




 "IO E DEWEY" di Vicki Myron , la storia del gatto da biblioteca che ha commosso il mondo.
La trama: in una gelida mattina d'inverno Vicki, la direttrice della biblioteca di Spencer, nell'Iowa, trova un gattino mezzo congelato nella cassetta di restituzione dei libri. Grazie alle sue cure, il micio si riprende, conquistando da subito, con il suo carattere affettuoso, tutti coloro che incontra. Per 19 anni sarà l'inquilino più apprezzato, coccolato ed amato della biblioteca. Riuscendo a compiere un autentico, piccolo miracolo: rendere migliori le persone.


 "L'arte di correre sotto la pioggia" di Garth Stein, bestseller internazionale, un romanzo che narra di una storia intensa e toccante di una grande amicizia quella tra il cane Enzo  e il suo 'padrone-amico' Denny  entrambi amanti delle auto da corsa.


 "Il patto dei labrador" di Matt Haig , la storia di una famiglia in crisi e di un cane un pò speciale che fa di tutto per tenerla unita.

Invito tutti voi amici degli animali a farci partecipi dei libri da voi letti con protagonisti animali, in modo da poterli poi proporre come spunto di lettura per i prossimi post.

giovedì 24 gennaio 2013

Sperimentazione sugli animali tra scienza e diritti

Il recente caso Green Hill (conclusosi con la liberazione dei poveri cani), riporta alla nostra attenzione il dibattito sulla sperimentazione animale e la vivisezione: pratiche in uso non solo in Italia, che la scienza difende come necessarie e gli animalisti chiedono di interrompere.
Ho trovato interessante leggere due opinioni a confronto: Silvio Garattini, Direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, e Ilaria Ferri, Direttore Scientifico Ente Nazionale Protezione Animali.
tutto l'articolo qui.
E tu da che parte stai? 
Ecco la mia posizione illustrata in questo video, realizzato 2 anni fa per l'amico Stefano e la sua band! (scusate alcune immagini cruenti, ma è la triste realtà che speriamo non venga più applicata ai poveri innocenti!)
 

martedì 22 gennaio 2013

Vi presento Freaks di Mary

Cari amici, oggi voglio presentarvi la coinquilina dell'amica Mary.
Ecco cosa ci ha scritto di lei....

Freaks_zpsc28f9758 photo Freaks_zpsc28f9758.jpg
Freaks è una gattina di due anni che vive a Faenza insieme a me e a due pappagalli...
E' un incrocio siamese e di lavoro fa la cacciatrice professionista, infatti tutti i poveri insetti che capitano sotto le sue grinfie non hanno scampo!
Le piace tanto dormire e arrampicarsi ovunque, tra un sonnellino e l'altro: sulle porte, gli armadi ecc.
E' una gran giocherellona, ama le palline e i pupazzetti di peluche.
Adora il Natale: quest'anno da quando ho montato l'albero non fa che studiare agguati alle palline appese!!

Nota: "Aspettiamo anche le foto dei pappagalli da aggiungere agli 'amici del blog' !"  :-)

lunedì 21 gennaio 2013

USA, la gatta Holly torna a casa dopo 62 gg e 305 km

Per par-condicio visto che la scorsa settimana ho postato news a favore dell'amore incondizionato dei cani per i propri umani, stavolta la protagonista della bella storia è una bella siamesina.

Un gatto con uno straordinario senso dell'orientamento è riuscito a trovare la strada di casa dopo aver perso di vista i suoi proprietari in vacanza. Lo scorso novembre, i coniugi Jacob e Bonnie Richter hanno portato con loro la gattina di famiglia, Holly, per un viaggio al Daytona International Speedway, ad oltre 305 chilometri da West Palm Beach, in Florida, la città in cui abitano. Lo rivela la ABC.
Spaventata dai fuochi d'artificio sparati di notte sulla spiaggia, Holly è scappata dal camper dei Richter. Per giorni, i suoi proprietari si sono messi alla ricerca del micio. Hanno anche distribuito volantini con la sua foto e allertato gli enti locali, prima di tornare a casa sconvolti e senza Holly.
Ma 62 giorni dopo la fuga di Holly, Barb Mazzola ha trovato un gatto emaciato nel suo cortile a Palm Beach Gardens. Era proprio il micio perso dalla coppia a novembre. "Era così magro e con tutte le ossa deboli che riusciva a malapena a camminare", ha detto Mazzola. Che ha comprato un po' di cibo per gatti e ha portato la bestiola da un veterinario sabato scorso. Holly è stata riconosciuta grazie al suo microchip.
I Richters non credevano alle proprie orecchie quando hanno ricevuto la chiamata che li avvisava del ritrovamento di Holly, a poco più di un chilometro e mezzo da casa sua. "Questa bambina ha fatto un bel viaggio - ha detto Jacob Richter a WPBF-TV -. Siamo felicissimi: è di nuovo con noi".
"E' a dir poco un miracolo il fatto che Holly sia tornato indietro percorrendo oltre 305 chilometri", ha ammesso la veterinaria Marty Becker. Per poi spiegare: "Tutti gli animali hanno un senso dell'orientamento, ma è davvero insolito per i gatti trovare la strada di casa su lunghe distanze. Ha qualcosa di miracoloso questo episodio".

fonte:http://www.nelcuore.org/blog-associazioni/item/usa-il-gatto-holly-torna-dopo-62-giorni-e-305.html

Petizione urgente contro lo sfruttamento fiscale degli animali da compagnia

Invitiamo a firmare questa petizione dell'ANMVI per la riduzione dell'IVA sul cibo per animali e per rendere IVA esente le sterilizzazioni.
Urgente: scade il 31 gennaio, diffondete! Grazie.
Per firmare: http://petizioni.anmvi.it/


domenica 20 gennaio 2013

Un'altra bella storia sulla fedeltà del cane

Il cane si riconferma essere il migliore amico dell'uomo.
 L'ultimo episodio che prova lo stretto legame tra l'animale e il suo padrone è accaduto in prossimità del fiume Colorado, dove un cane ha atteso immobile per mezz'ora l'arrivo dei vigili del fuoco per il suo padrone, caduto nelle acque gelide del fiume.
 L'uomo - dall'identità sconosciuta - di circa 60 anni era a caccia di anatre con il suo fedele compagno quando il ghiaccio che ricopriva il fiume ha ceduto e lui è sprofondato. Per fortuna un gruppo di cacciatori che si trovava nelle vicinanze ha assistito alla scena e ha chiamato immediatamente i soccorsi, che sono arrivato soltanto 30 minuti dopo.
 Il cane si è rifiutato di ascoltare gli ordini del padrone ed è rimasto accanto a lui per tutto il tempo dell'attesa, nonostante il pericolo che il ghiaccio cedesse sotto le sue zampe. Subito dopo Natale, il Colorado Springs Gazette ha pubblicato un avviso di pericolo di ghiaccio sottile sul fiume, indirizzato sia alle persone che agli animali domestici. In questo caso quella che poteva trasformarsi in una tragedia si è rivelata una storia a lieto fine, ma molte persone non sono state altrettanto fortunate.

venerdì 18 gennaio 2013

Tre commuoventi storie dalla Puglia

 Uno si chiama 'Tommy', l'altro 'Rocky': sono due cani randagi protagonisti in Puglia di due storie che sono finite sotto la lente dei mass-media locali, questa volta per una questione di 'buoni sentimenti'. 
Insieme con loro, un grande cane bianco che vive in strada e non ha nome ma che ha dimostrato di credere fino in fondo nell'amicizia. 
 Tommy va in chiesa ogni giorno da quando è morta la sua amata padrona e viene accolto e coccolato dai preti della chiesa di San Donaci, nel brindisino, e da tutti i cittadini. Rocky è un 'meticcio' convalescente da una insufficienza renale e il Comune di Alliste, per allertare cittadini, e proprietari di bar e ristoranti della zona, ha fatto affiggere sui muri e sui pali della luce un volantino con la lista degli alimenti che sono proibiti al cane, adottato da Comune e cittadini. 
 Tommy va sempre in chiesa : lo fa dal giorno del funerale della sua padrona, Maria Lochi, di 57 anni, una donna che amava molto gli animali. Tommy ha partecipato alla cerimonia funebre della sua 'amica' e da allora, puntualmente, si accuccia accanto al parroco, davanti all'altare, anche quando ci sono battesimi, matrimoni o funerali.
 I residenti della zona gli danno da mangiare. La farmacista provvede ai vaccini, qualcuno gli versa un po' di latte. Il cane percorre sempre lo stesso tragitto, specie quando ci sono i cortei che seguono il feretro fino in chiesa per le esequie. Il parroco don Donato Panna gli offre ospitalità, i fedeli sono abituati alla sua presenza. 

Per le altre storie....

giovedì 17 gennaio 2013

[PC] Cercano casa: Casper,Clementina,Milly,Dora,Cassandra,Jenny

Come già fatto negli scorsi anni da questo blog, nella sua precedente piattaforma,  tornano i 'cercano casa' ovvero post riservati alle segnalazioni di adozioni urgenti o 'casi del cuore': qui potrai vedere tutti i precedenti casi segnalati.
L'Associazione Senza Catene di Piacenza ci segnala questi 6 casi urgenti di adozione gatti: per ulteriori info o contatti rivolgersi all'email o numero tel. scritto alla fine del'ultimo appello. Grazie.

  


mercoledì 16 gennaio 2013

Altro premio per il blog !

Sono molto orgogliosa che ben due amiche abbiano premiato il blog amico degli animali col premio sunshine award:
Ringrazio quindi Edvige e Melinda 
vedo che da regoline sul blog di Melinda bisogna rispondere a delle domande, ma non ho ben capito se io o i due pelosi.....sapete che faccio? risponderemo un pò a turno:

Colore preferito: Kim mi suggerisce rosso

Animale preferito: gatti e cani (non posso fare torto a nessuno dei due!)

Numero preferito: 10 (giorno di nascita mio e di Ron) ma anche 13 (giorno di nascita di Kim e anno in cui siamo!)

Drink preferito non alcolico: Cola Cola dico io...

Preferisci FB o Twitter: io sono su Twitter

La tua passione: i miei blog :-)  quella dei pelosi giocare e dormire

Preferisci ricevere o fare regali: io adoro farli ma anche riceverli, i pelosi solo riceverli

Modello preferito: per Ron e Kim i pelosi della pubblicità dei loro cibi, io non ne ho di preferiti

Giorno preferito della settimana: domenica

Fiore preferito: ma io naturalmente! :-) scherzi a parte....tutti quelli del nostro giardino, i pelosi amano annusarli 

Ed ora abbiamo il compitino di assegnare questo premio ad altri blogger, ma i pelosi vogliono dedicare questo premio a chi ci sta leggendo ed in casa ha almeno un cane o un gatto....per cui....fate vobis! :-)   

martedì 15 gennaio 2013

Titti e Bianca di Mirtillo si presentano da sole

Ho ricevuto una email da due belle gatte che vivono con Mirtillo, amica blog da anni !
Hanno entrambe sportivamente partecipato alla foto sfida sul blog 'casalinga', ma ci tengono a farsi conoscere anche qui a voi nuovi amici di okanimali, potevo non accontentarle? ;-)
Eccole le due belle micie con la loro miao storia: 

gattediMirtillo_zpsbdeaf915
Mi chiamo Titti e sono una gattina dal pelo bianco e grigio.
Tanti anni fa la mia padroncina, Mirty, ha trovato la mia mamma, abbandonata e affamata, che girava vicino alla casa e l'ha adottata; poi sono nata io.
Sono una gran dormigliona, d'estate mi piace dormire al sole in giardino; ora che fa freddo dormo vicino alla stufa, però, appena nessuno mi vede, ne approfitto e vado a dormire sul divano o sulle poltrone del salotto. La mia padroncina non vuole, però non dice niente perchè sono un pò vecchietta : ho tredici anni !

Io mi chiamo Bianca, sono arrivata a casa di Mirtillo sette anni fa, sola e affamata. All'inizio non è stato facile, io ero giovane e tremenda, saltavo da una poltrona all'altra, mi affilavo le unghie sui mobili, mi nascondevo sotto i letti, correvo per la casa tutto il giorno, ero una vera peste ! La mia padroncina si arrabbiava molto con me.
Un pò pestifera lo sono ancora ma ora io e Mirty ci vogliamo tanto bene.

lunedì 14 gennaio 2013

Piante velenose per i cani

 Qualche giorno fa vi avevo segnalato le piante velenose per i gatti, ma bisogna stare attente anche a quelle nocive per i cani che, soprattutto se molto giovani, sono animali curiosi, intraprendenti e ansiosi di conoscere il mondo che li circonda mediante l’ingestione di tutto ciò che appare nuovo, profumato e interessante: in poche parole appetitoso. 
Questo atteggiamento, unito al fatto che fisiologicamente spesso tendono a “brucare” per poter usufruire della fibra contenuta nei vegetali, li porta episodicamente a rischiare di ingerire piante intere, foglie, semi, fusti o bulbi che risultano tossici fino a divenire, qualche volta, persino mortali.
Purtroppo l’abitudine a masticare qualsiasi cosa trovino non è caratteristico solamente dei cuccioli nel periodo della dentizione, indubbiamente più a rischio, ma anche del cane adulto che si annoia o che sente la necessità di “liberarsi” rimettendo o aumentando la rapidità di transito delle feci nell’intestino. Non risulta, inoltre, che i nostri ausiliari abbiano una particolare capacità di distinguere le piante “salutari” da quelle potenzialmente velenose.
Fortunatamente, fatta eccezione per pochi vegetali estremamente tossici (come ad esempio oleandro, ricino, tasso), in grado di uccidere un cane anche se ingeriti in quantità estremamente limitate, è veramente raro che l’assunzione di una modica quantità di tali vegetali possa determinare quadri clinici estremamente gravi e non risolvibili con quello che risulta l’unico presidio medico attuabile nel corso di queste intossicazioni: la terapia sintomatica. Raramente esistono, infatti, degli antidoti a questi veleni naturali.
Le piante che sono pericolose per i nostri cani appartengono sia a specie comunemente reperibili in campagna, nei parchi e giardini cittadini, ma anche a quelle che comunemente ornano appartamenti e uffici.
Come già evidenziato, per gran parte delle specie vegetali, solamente l’assunzione di una notevole quantità determina intossicazione; per questo gli allarmismi non sono necessari ma, se si presentano i sintomi di seguito indicati, e abbiamo il ragionevole sospetto della loro causa, è sempre utile riferire tutto ciò al veterinario, prima di attuare qualsiasi rimedio casalingo nel tentativo di disintossicare l’animale (farlo rimettere, dare del latte…), dato che talvolta tentativi di cura inappropriati possono aggravare il quadro sintomatologico. 
Per sapere quali sono le piante tossiche e/o nocive continuate a leggere QUI fonte da cui ho tratto l'articolo.

domenica 13 gennaio 2013

I nuovi banner del blog !

Photobucket
Ringrazio tanto Ande amica di blog da tanti anni, bravissima grafica, molto disponibile e gentile. Ha creato il nuovo banner del blog, vi piace ? Naturalmente questa è una misura grande (da intestazione), ma ecco i codici con due misure che potrebbero ben adattarsi ai vostri blog /siti:

 okanimali
 
 

okanimali
 
 
Forse alcuni di voi amici blogger che seguivate Okanimali prima su splinder e poi su W.P. avete un 'vecchio' banner del blog animalista, se vi piace tenete pure quello, ma ricordatevi di linkarlo al nuovo link se vi va....
ho anche notato che qualcuna di voi aveva nel blogroll dei preferiti Okanimali che riporta ancora a splinder....per favore anche in quel caso aggiornate il link, grazie!

venerdì 11 gennaio 2013

48° esposizione internazionale canina di Milano

 Se amate le esposizioni e gare canine sabato 12 e domenica 13 gennaio a Rho (MI) dalle 9.30 alle 17.00 vi aspetta la 48° Esposizione Internazionale canina di Milano, 2 giorni di competizioni, esibizioni e spettacoli in cui le oltre 300 razze canine (!) daranno prova della loro capacità e bellezza.
I cani impegnati nelle prove saranno circa 4000 !
Se volete saperne di più e leggere il programma completo leggete QUI 
Però ho letto che i visitatori non potranno entrare con i propri cani per cui sappiatevi regolare...

mercoledì 9 gennaio 2013

Piante velenose per i gatti

In casa o in giardino il gatto è esposto al rischio di intossicazioni a causa di alcune piante dall'apparenza innocua, che possono causare danni gravissimi ed essere velenosi.
Chi possiede un gatto dovrebbe sapere che alcune piante sono tossiche, e quindi sarebbe meglio non comprarle, se ne avete qualcuna in casa, isolatela in un ambiente in cui l'animale non possa raggiungerla.
I sintomi dell'intossicazione sono:
* Perdita di saliva
* Starnuti ripetuti
* Tosse continua
* Sintomi di soffocamento
* Ulcere diffuse su lingua, bocca, narici.
Nel giro di qualche ora, quando la sostanza tossica è assorbita dall'organismo, possono comparire:
* Conati di vomito
* Collasso
* Convulsioni, tremore, spasmi
* Irrigidimento
* Emorragie
Quando si notano questi sintomi, chiamate subito il veterinario. Nel frattempo tenete il micio in un luogo caldo e tranquillo.
Sarà il veterinario a consigliare come è opportuno agire e se è il caso di indurre il gatto al vomito. In attesa che arrivi il veterinario, non si deve assolutamente somministrare latte, perché può agevolare l'assorbimento delle sostanze tossiche liposolubili, che transitano cioè insieme alle sostanze grasse.
Quali sono le piante tossiche e  velenose per i gatti? Quali sono i sintomi?
Troverete
l'elenco cliccando sulla gif qui sotto, entrerete in un sito dal quale ho tratto anche le notizie sopra riportate, purtroppo nell'elenco c'è anche la stella di Natale o il vischio, dato che le feste natalizie sono da poco passate, attenzione!
Assicuratevi quindi di non avere in casa una delle piante elencate o, se le avete, non tenetele a portata di ...gatto!

martedì 8 gennaio 2013

La storia di Cristiana e del suo amore per i cani

ESERCIZIO FISICO "Portare a spasso il cane è meglio della palestra" (leggi QUI)...
 Lo sa mio marito che tutti i giorni, dalle 8 alle 9, porta fuori Lilla e assieme si fanno 3-4 giri del Parco di Villa Olmo...
 ...e l'antica amicizia, la gioia di esser cane e di esser uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (Neruda)
 e lo so io che il cane, in momenti difficili, può fare le veci di un tranquillante e che, in momenti di depressione, la sua vicinanza e la sua dipendenza da noi possono aiutare a trovare una ragione di vita. Chi mi conosce, sa del mio amore cardio-viscerale per i cani, dell'importanza che questi esseri hanno sempre avuto nella mia vita, sa che anch'io non vorrei vivere in un mondo senza cani ( Schopenhauer). 
A questo proposito voglio raccontarvi una storia. 

C'era una volta una bimba introversa,timida,senza amicizie,triste, quasi un'asociale, tanto che la madre, visto il suo disagio a frequentare la scuola, la fece studiare a casa. Usciva raramente se non per andare al cinema con la nonna e il tempo libero lo passava leggendo; aveva una vasta scelta di libri, anche se poco adatti alla sua età : S.Maugham, Le mele d'oro, L'amante dell'orsa maggiore, Emma Bovary, Pip grandi speranze.... 
Si rannicchiava sotto la sua scrivania e leggeva di giorno e di notte...fino a quando l'ennesimo "spegni la luce" non la faceva desistere. Non le manca niente dicevano i suoi, è fatta così, è il suo carattere riservato.
 Io penso che quella bambina avesse un gran vuoto dentro di se', una grande nostalgia per il padre che era mancato improvvisamente,un gran bisogno di sua madre,bella allegra e affettuosa ma molto spesso assente e anche un senso di timore verso lo zio che era venuto ad abitare con loro, lo stesso zio che, un paio d'anni prima, si era sparato un colpo di pistola a pochi metri da lei. 
Poi le regalarono un cane : fu amore a prima vista e rinacque, nel vero senso della parola. Era stupendo occuparsi di lui, prendersene cura, educarlo, giocarci e portarlo fuori 2-3 volte al giorno , vederlo correre e zomparle in braccio improvvisamente. 
Iniziò così la sua vita sociale, conobbe e crebbe negli anni assieme a molte amiche e amici, dette gli esami di quinta da privatista e continuò gli studi alla scuola pubblica ; immediatamente dopo si sposò e portò il cane con sè. Quando lui mancò soffrì moltissimo,lei lo considerava suo fratello. E questo è solo l'inizio di un magnifico sodalizio.

lunedì 7 gennaio 2013

Un award per me e per voi !

La Befanina ci ha portato un dono: grazie RobbyRoby per il premio che hai assegnato a questo blog!:-)

Stando a regolamento questo premio andrebbe assegnato a 5 blog con meno di 200 follower. 
Mi sono consultata coi miei due pelosi e il responso è unanime: questo premio va a tutti i nostri follower che per ora sono 36 : ci farebbe molto piacere se lo prelevate e portate nel vostro blog! 

 In questi giorni sono arrivate le prime foto/schede dei vs. amati pelosi, grazie amici! Domani vi proporrò una bellissima storia, vi aspettiamo! 

aggiornamento: 17.02 questo premio è stato assegnato al blog da Sara D.: grazie!

domenica 6 gennaio 2013

Le migliori foto/storie animalose del 2012 sul web

Mi piace fotografare, come molti di voi: le foto con soggetto animali sono tra le mie  preferite e resto ammirata dagli scatti di alcuni bravissimi fotografi, ma anche da istantanee originali che si trovano nel web, eccone una con la sua storia....

La storia di Shoep, un cane di 19 anni, ha fatto commuovere mezzo mondo. In molti ricorderanno la foto che lo ritrae tra le braccia del suo padrone John Unger immerso nelle acque tiepide del Lake Superior, l'unica cura naturale in grado di alleviare il dolore causato dalla sua artrite. La terapia per trattare il male degenerativo di Schoep è purtroppo molto costosa, questo diventa quindi l'unico modo per l'uomo di calmare i gonfiori e i dolori dell'animale. Ma grazie allo scatto dell'amica Hannah Stonehouse Hudson postato sulla pagina ufficiale Facebook Schoep and John, la storia di amore e dedizione tra il cane e il suo padrone si è diffusa in modo virale fino ad arrivare a oltre 54 mila "like" ed è stata presa a cuore da moltissimi utenti.

Questa è solo la prima di 20 foto /storie che sono state pubblicate QUI come le migliori del 2012, vi invito a curiosare perchè meritano! 

Vi comunico che il calendario di Diamoci La Zampa andrà a casa di ....Edvige! (come specificato nei commenti al post stesso).....ma continuate a seguirci, perchè ogni tanto ci sarà qualche inatteso 'regalino' ! :-)

giovedì 3 gennaio 2013

Vi presento i miei due pelosi

Cari amici degli animali e di questo blog, inaugo oggi la paginetta dedicata ai nostri amici del blog e, per chi non conoscesse ancora i miei 'mitici pelosi' Kim e Ron, sono doverose le presentazioni visto che proprio a loro ho voluto dedicare l'immagine header del blog.
Kim è la mia adorata yorkshire di 10 anni, praticamente vive con me e marito da quando ci siamo sposati, al ritorno dal viaggio di nozze dopo pochissimi mesi è arrivata lei, dato che a quell'epoca abitavamo in città in appartamento e due mie amiche avevano cagnolini di quella razza ed io me ne ero innamorata, furono loro stesse a farci conoscere Kim e come resistere a quel buffo batuffolino di pelo che mi guardava con aria furbetta? Così venne a fare parte della nostra famigliola che già contava la presenza di Moreno, un bellissimo persiano nero con occhi gialli che all'inizio non gradì per nulla la presenza di Kim, ma poi la tollerò, è proprio il termine esatto, perchè proprio non le andava a genio....non avremmo mai pensato che poi quando lui morì nel 2006 (lo potete vedere nella pagina sopra dedicata al Ponte dell'arcobaleno), Kim soffrisse tanto per la mancanza del gattone, motivo per cui dopo qualche settimana un altro persiano venne a prendere il posto di Moreno, ma solo fisicamente intendo perchè nel nostro cuore c'era ancora tanta sofferenza per la perdita del nero micione....ma Ron portò subito, piccolo e vivace com'era, una ventata di gioia e Kim si affezionò subito a lui e lui a lei.....ora il micione è grande e grosso più della cagnolina e a marzo compirà 7 anni ! 
Come vola il tempo! Quanta gioia portano nella nostra casa e quanto sono amati e viziati (pure!) da noi! Praticamente comandano loro....ecco in breve questa è la loro storia, ora li conoscete e spero saranno anche amici vostri....
  Photobucket 

martedì 1 gennaio 2013

Evviva il 2013, evviva gli animali !

Amici non mi aspettavo un'accoglienza così favorevole qui  in Blogger anche se, sinceramente, ci speravo. Questo blog, come ho ben specificato e potete leggere nella pagina 'storia di Okanimali' prosegue da wordpress (e prima ancora su Splinder), ma ora vorrei che proseguisse con successo qui ed ho bisogno della vostra collaborazione: quindi fin da ora se volete segnalarmi post o link utili io ne terrò conto, così come vorrei , se qualcuno di voi se la sente, creare ogni settimana una storia con foto di un vostro peloso....raccontarci come si chiama, come è venuto a fare parte della vostra famiglia, insomma una bella presentazione del vostro amico a 4zampe...che ne dite? 
Potete contattarmi per email (se l'avete) diversamente usate la richiesta di contatto che c'è in colonna, così poi io vi scrivo, va bene? Oppure se un post del genere lo avete già scritto nel vostro blog, scrivetemi il link che così potrò copiarlo direttamente dalla vostra fonte, citandola ovviamente!

Sono arrivati gli auguri pelosi per il nuovo anno: ringrazio quindi Saray che ha dedicato una tag da lei creata per l'occasione:
poi auguri da Glicine61 :
i bau auguri di Venerdì uno dei pelosi di Fausto & company!
ringrazio anche Hay Lin che con Robby ci ha dedicato addirittura un post:  io e pelosi ne siamo onorati!:-)
Quella bella immagine gattosa messa domenica me l ha mandata Andreina.
Grazie di cuore a tutti per la calda accoglienza ! (nonostante il freddo fuori!)
Spero che i botti quest'anno siano stati meno nella vs. zona, nonostante i vari divieti ci sono sempre, specie qui da noi in collina dove non è che rispettino molto queste norme! Aspetto le vostre proposte, foto, qualsiasi suggerimento sarà ben accetto ! Grazie a tutti e buon 2013 !