lunedì 28 gennaio 2013

Torna a casa Charlie dopo un anno e mezzo

Oggi ho visto in TV questa notizia e, data la somiglianza con la mia Kim e il lieto finale, ve ne voglio fare partecipi.

Del cane, uno Yorkshire di sei anni, si erano perse le tracce il 19 luglio del 2011 nella zona dove abitava con la famiglia Sani, a Vicomoscano, frazione di Casalmaggiore (Cr).
Invano lo avevano cercato i suoi affezionati padroni, Claudio, la moglie Paola e il figlio Andrea. Dopo mesi di ricerche, al fianco della polizia e anche attraverso annunci sul giornale, avevano desistito.
 Ma il secondo giorno del nuovo anno Charlie è ricomparso.
 «È stata mia nipote a notarlo qua fuori e a chiamarmi — ha raccontato Claudio al quotidiano la Provincia – È arrivato in cortile, un po’ zoppicante. All’inizio non credevamo fosse lui». Anche perché il cane era rasato grossolanamente, ma in salute.
 È probabile che per tutto questo tempo Charlie sia stato tenuto chiuso in casa.
 Ma non appena chi l’aveva prelevato l’ha lasciato libero, il cane è tornato dalla sua famiglia.

foto e notizia prese da qui

12 commenti:

  1. Storia finita bene per fortuna!Buon inizio settimana da Olga.

    RispondiElimina
  2. Un anno e mezzo è tanto!!Anni fà i miei vicini hanno tenuto per un annetto un cane che credevano randagio invece poi un girno il vero padrone è passato in quella via per caso e l'ha riconosciuto.E gliel'hanno ridato!Si era allontanato molto da casa,e forse nella nuova casa era pure più coccolato e non aveva tentato di ritornare a casa!

    RispondiElimina
  3. Una storia che ha commosso tutti noi. Ciao

    RispondiElimina
  4. È emozionante sentire queste storie, dobbiamo noi umani imparare degli animali!!! Ciao cara Fiore e buona serata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Che bella storia! Meno male che ogni tanto il lieto fine accade anche nella vita reale!
    E, non mi smetterò mai di dirlo, l'intelligenza e la fedeltà degli animali non ha limiti!
    A presto = )

    RispondiElimina
  6. Ciao, è molto bella questa storia...per fortuna che una volta ogni tanto c'è un lieto fine.
    Ciao, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
  7. evviva che bella storia a lieto fine davvero. probabilmente anche chi lo aveva trovato gli voleva bene (spero) però non si dimenticano mai la propria famiglia....
    ciaooo

    RispondiElimina
  8. Una storia commovente, che prova l'amore e la fedeltà di cui sono capaci gli animali......al contrario dell'uomo!

    RispondiElimina
  9. Mamma mia non ci credo, ma come si può tenere un animale prigioniero?!
    Per fortuna è andato tutto bene.
    Un abbraccio
    Matilda

    RispondiElimina
  10. Io terrei prigioniero chi è stato l'aguzzino di Charlie, così vediamo se si diverte...
    Ma che schifo certe persone!
    Un abbraccio
    Mel

    RispondiElimina
  11. Che bella storia, davvero molto commovente!

    RispondiElimina
  12. una bellissima storia. Vista ieri al tg 5. Poi so che c'è stata anche questa notizia sulla Provincia di Cremona. Avevo visto la notizia all'edicola ma poi non ho comperato il quotidiano.

    RispondiElimina

Gli amici degli animali sono i benvenuti in questo blog !
♥ Se volete lasciate la vostra “impronta” io ed i mitici pelosi ne saremmo felici e risponderemo a tutti tramite mail a meno che non siate "no replay blogger" oppure sotto il vostro commento! ♥