sabato 27 agosto 2016

Terremoto, i cani da macerie che aiutano i soccorritori

Pastori tedeschi, pastori belgi, pastori tedeschi, labrador e border collie. Sono i cani che hanno aiutato i soccorritori nelle operazioni di salvataggio tra le macerie dei paesi devastati dal terremoto in Centro Italia. Hanno salvato 60 persone tra Amatrice e Pescara del Tronto, ma il loro lavoro è servito trovarne altre 50 che non ce l’hanno fatta. Corpi che altrimenti sarebbero stati restituiti ai parenti molti giorni dopo, ormai irriconoscibili. 
Prima di essere in grado di ritrovare persone sotto il livello del terreno devono partecipare ad un addestramento di base che dura all’incirca due e anni e mezzo, poi fare esercitazioni costanti almeno due volte a settimana. Un labrador di un anno 1 e 6 mesi è il più giovane del gruppo dei 22 cani del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), compagine di 50 animali arrivata ad Amatrice e Pescara del Tronto. Comprende anche i cani del Corpo Forestale, della Guardia di Finanza e dei Nuclei di Protezione Civile. Altri animali all’opera sono dei nuclei cinofili di carabinieri, polizia e vigili del fuoco. Il lavoro come cani da macerie può durare 6/7 anni. 
Il loro impegno nelle operazioni di soccorso è legato a un premio: un pezzetto di cibo, un sonaglietto, una pallina, abbinata a una carezza del conduttore. L’opera delle unità cinofile è fondamentale nei primi tre giorni per trovare persone o cadaveri. Dopo il loro fiuto – come dimostrano le statistiche – diventa meno affidabile, e soprattutto con l’inizio della decomposizione gli odori cambiano. 
Arrivano in posti dove i soccorritori metterebbero a repentaglio la propria vita, ma un terremoto per i cani risulta comunque molto faticoso, perché la polvere sottile delle macerie impedisce loro di respirare bene. Possono fiutare una persona fino a 4/5 metri sotto il terreno. 
Tra i 50 cani c’è anche ‘Corto’, un labrador di 4 anni, l’unico nato ad Amatrice, il cui proprietario è un volontario del luogo. E’ stato lui a trovare un’intera famiglia morta con un bambino di 8 mesi. E ad Amatrice stanno lavorando dal primo giorno anche 7 cani del Centro Carabinieri Cinofilo di Firenze.
 “Ci sono anche – spiega l’appuntato scelto Lorenzo Breveglieri – tre ‘infermieri quadrupedi’ ovvero dei veterinari nel caso gli animali si ferissero. Dei 7 cani, di cui 5 pastori tedeschi: due cercano persone vive, due sangue e cadaveri, due di razza bloodhound detti molecolari, perché fiutano, grazie ad una traccia, e vengono utilizzati per prevenire lo sciacallaggio. L’ultimo cane è per l’ordine pubblico, è un po’ più aggressivo e blocca direttamente la persona, anche questo viene utilizzato contro lo sciacallaggio“.


Questo blog si complimenta con questi cani, coi loro pazienti addestratori e con tutti i volontari a 4 o 2 zampe che prestano la loro preziosa opera in questo ed altri casi . 
Cordoglio per tutte le popolazioni colpite dal terremoto. Un pensiero commosso a chi ha perso i propri cari, la casa, il lavoro.

giovedì 25 agosto 2016

Comunicato stampa - Canzo (CO) presidio informativo contro la 55 fera di usei il giorno 28 agosto

Lecco, 23 agosto 2016 -
 Le associazioni animaliste comasche e lecchesi ANIMALS ASIA ITALIA ONLUS, C.I.V.E AIMA SEZIONE COMO, ENPA MERATE, FRECCIA 45, LIDA SEZIONE COMO, LIPU SEZIONE COMO, OIPA DELEGAZIONE LECCO, PROPARCO NOSTRI AMICI ANIMALI ONLUS, S.A.L.T.O. , ZAMPAMICA 2010 ONLUS ed alcuni VOLONTARI FREELANCE hanno organizzato per il 28 Agosto 2016 dalle ore 09:00 alle ore 17:00 un PRESIDIO INFORMATIVO a Canzo (Co) al Palazzetto dello sport "Centro Green Six", piazza Giovanni XXIII (zona via Rimembranze) contro la “55° FERA DI USEI”, rassegna di caccia, animali da cortile, dimostrazione di chioccolo, tiro con carabina, falchi e falconieri, mostra di cani da caccia, prova di cani da ferma su quaglie, mostra trofei ungulati.
Alla fiera di Canzo gli animali sono chiusi in gabbia, mostrati e venduti come merce: è un lucroso evento commerciale e turistico che riveste anche una notevole rilevanza politica, ma non si occupa affatto del benessere animale. Le fiere e le sagre degli uccelli spacciano la prigionia forzata per amore verso la natura e appaiono come manifestazioni a carattere ambientale dove poter avvicinarsi agli animali: questo errore nasce da una pubblicità deviante lanciata dalle associazioni organizzatrici e da quelle venatorie.
L’aggravante di queste fiere è che diventano un alibi per fare della didattica: mostrare a bambini una gran varietà di uccelli. L’esibizione di animali in cattività è profondamente diseducativa, perché viene interiorizzata e ritenuta legittima l’idea della sopraffazione dell’uomo su altri esseri viventi indifesi. Il rispetto e la protezione degli animali liberi è invece il fondamento per attuare rapporti di armonia e di pace anche tra esseri umani.
Andare in un bosco o in un’oasi faunistica a osservare il volo degli uccelli, ascoltare le loro melodie, avvicinarsi a loro in modo discreto e delicato: questo è il vero insegnamento da dare. Chi organizza questa fiera non riesce a comprendere la sofferenza di un uccello chiuso in gabbia, un essere che, nell’immaginario collettivo umano, è proprio uno dei simboli di libertà per eccellenza. 
Bisogna fare in modo che manifestazioni come questa fiera scompaiano e diventino una memoria che ci ricordi con vergogna come abbiamo abusato delle nostre capacità per sottomettere i più deboli. 
C’è bisogno di una società in cui la natura animale e vegetale venga rispettata e la prevaricazione condannata. 
Il nostro sarà un presidio pacifico e partecipiamo per la seconda volta davanti agli addetti ai lavori e ai sostenitori di questa realtà, che di certo non vedranno di buon occhio la nostra presenza. Potrebbero pertanto non mancare battute e provocazioni, che respingeremo al mittente con la sola forza delle nostre argomentazioni, perché l’unico vero motivo che ci porta a manifestare è il desiderio di mettere in luce la sofferenza degli animali. 
Preghiamo tutti i partecipanti di non rispondere in alcun modo alle provocazioni e a manifestare pacificamente.

(comunicato stampa ricevuto dall'Associzione Freccia45)

sabato 13 agosto 2016

Buon Ferragosto anche per gli animali



Ci saranno gli animali, i volontari e tanti amici del Pettirosso, quelli che lo sostengono da sempre, quelli che lo hanno conosciuto da poco e quelli che hanno portato al centro di recupero il Pettirosso qualche piccolo animale, ma una cosa è certa, tutti saranno i protagonisti di lunedì 15 agosto. 
Una giornata importante perché verranno liberati una quarantina di rapaci: una liberazione da record a livello nazionali che non ha eguali, dove si vedrà tornare in libertà poiane, gheppi, e nel sottobosco creato da castagni secolari voleranno allocchi tenebrosi ma affascinanti. I bambini, invece, potranno liberare decine e decine di ricci e ghiri e chissà cos’altro i volontari del centro Pettirosso riusciranno tirare fuori dal cappello magico.
Sarà una grande festa, arrivata alla sua sesta edizione che si svolgerà a San Giacomo di Zocca alle 17.00, in un borgo medioevale immerso nel bosco. Una giornata dove tanti animali soccorsi potranno riprendere la libertà e avere una seconda possibilità di viviere liberamente in natura.


Bellissima iniziativa ....chi fosse da quelle parti non manchi di andare! 
Questo blog augura a voi tutti BUON


mercoledì 3 agosto 2016

Il pelfie contest si è concluso: ecco le due città vincitrici

Si è concluso il Pelfie Contest #IOPORTOILSACCHETTO, l'iniziativa sociale che aiuta le città a essere più pulite organizzato da
Divulgai questa loro interessante iniziativa in QUESTO POST.

Più di 15.000 i proprietari di cani che, con la loro partecipazione, hanno testimoniato l’importanza di portare il sacchetto, un piccolo grande gesto di civiltà che consente di prevenire la diffusione dei parassiti intestinali. 
Due le Città vincitrici che si sono aggiudicate una dotazione gratuita di sacchettini igienici per la raccolta delle deiezioni canine: 
Roma, con 434 foto pubblicate; 
Cerveteri (RM), con la foto più votata (134 voti). 
Complimenti alle Città vincitrici e grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato!

(pagina Facebook ove potete avere altre notizie al riguardo: https://www.facebook.com/portailsacchetto/ )

venerdì 29 luglio 2016

Cani e gatti tv mi ha intervistata !


Cari amici, è stata per me una bellissima sorpresa quando mi hanno chiesto di poter essere intervistata in quanto 'pet blogger' di questo blog! 
Mi ha fatto piacere rispondere a domande veramente simpatiche che mi permettono così di fare conoscere meglio sia me,  i miei due adorabili pelosi ed il blog stesso ! 
Vi ho abbastanza incuriositi? 
...Sì?! ...Allora non vi resta che leggere tutto a questo link:
...poi ditemi cosa pensate di questa intervista e se volete condividetela sui social, grazie! :-)